martedì 25 gennaio 2011

E si incomincia.

Questo blog non è altro che il piccolo diario di una dieta.
Ci è voluto un po' per convincermi ad iniziarla: io non sono il tipo che si trova male col suo corpo, tutt'altro: nonostante i miei 102kg e il mio BMI oltre i 33, vado al lavoro in bicicletta e, fino all'anno scorso, macinavo tranquillamente una sessantina di vasche da 25 metri senza sforzi eccessivi, e ho degli esami del sangue ottimi. Insomma, il mio corpaccione è abbastanza tonico, per quel che mi riguarda.
Purtroppo, ho un problema: soffro di pressione alta. E ho solo 42 anni.
Fino all'anno scorso me ne fregavo, relativamente. Prendevo -- e prendo -- le mie pastiglie, e la tenevo relativamente sotto controllo. "Relativamente" vuol dire un 135/85, ovvero borderline, ma abbastanza buona, stando al mio medico e al dottore dell'AVIS.
Senonché, da oltre due anni mi sono sposato. E da circa un anno sono papà. E questo significa solo una cosa: la tua vita non è più solo tua. Hai delle responsabilità verso tua moglie e, soprattutto, verso tuo figlio.
Così, ho preso una decisione. Da qui alla fine del 2011 voglio perdere una ventina di chili. Voglio tornare ad avere 120/80, possibilmente senza pastiglie e, dal momento che grosso modo, un chilo equivale ad un millimetro di mercurio in meno, non ci sono né santi ne madonne.
Devo perdere peso. Almeno venti chili.
Questo blog mi aiuterà a tenere traccia delle mie abitudini alimentari, del mio peso e -- speriamo -- mi aiuti nel tenere ferma la mia volontà.
Si incomincia.
 

2 commenti:

  1. diventare papà è davvero un buon motivo per dimagrire :-)

    RispondiElimina
  2. Sì, soprattutto quando ti viene la voglia di arrivare a diventare nonno :-)

    RispondiElimina